Archivio Tag | Maria Grazia Enardu

Erdogan contro i sicomori

di Maria Grazia Enardu Il Primo ministro Erdogan era, fino a poche settimane fa, lo snodo di molti problemi del Medio oriente. Assieme al suo abilissimo ministro degli Esteri Davutoglu aveva creato da tempo una versione soft di neo-ottomanesimo che rilanciava il ruolo della Turchia nel mondo arabo, ancora sospettoso degli ex padroni dell’impero. Visite […]

Leggi e Commenta › ›

Teheran: il fattore D nell’urna

di Maria Grazia Enardu Venerdì 14 giugno si vota in Iran per il nuovo presidente della repubblica islamica e Ahmadinejad, dopo due mandati, non può ripresentarsi. Si conclude così un’esperienza politica movimentata, sia sulla scena internazionale, sia sul fronte interno. Il presidente dell’Iran non ha, a norma di costituzione, grandi poteri, ma Ahnadinejad si è […]

Leggi e Commenta › ›

Erdogan vs twitter

di Maria Grazia Enardu Molti in Turchia avranno in questi giorni visto il telegiornale scuotendo il capo e mormorando: ci siamo ridotti come gli arabi. Piazze piene, sassate, gas lacrimogeni e teste rotte, in un paese che da un paio d’anni a questa parte, nella marea di primavere arabe andate a male, si poneva come […]

Leggi e Commenta › ›

Mosca stop a Damasco

di Maria Grazia Enardu Dopo un giorno di colloqui a Mosca, il Segretario di stato americano John Kerry e il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov hanno annunciato di voler convocare una conferenza internazionale per porre fine alla guerra civile in Siria. Non hanno detto altro di preciso, né quando, né dove, né chi altri […]

Leggi e Commenta › ›

Israele: tra Siria e Hezbollah

di Maria Grazia Enardu Per rendere completo il caos siriano, e soprattutto il dopo-caos perché tutto ha un termine in questo mondo prima o poi, ci mancano solo due cose: un visibile ruolo di Hezbollah (che c’è) e l’intervento di Israele (pure). Che poi è il proseguimento della guerra tra Israele e Hezbollah del 2006, […]

Leggi e Commenta › ›

Il bellissimo cognome dell’avvocato di Guantanamo

di Maria Grazia Enardu Vittorio Zucconi su Repubblica fa il punto sulla piaga della prigione di Guantanamo, dove i detenuti sono in sciopero della fame, intrappolati in un iter giudiziario (?) che non li condanna e non li rilascia. Ma la sorpresa è arrivata nell’ultima frase: a difendere i prigionieri è un avvocato che si […]

Leggi e Commenta › ›

Il cardo avvelenato della Cecenia

di Maria Grazia Enardu Sui giornali stranieri si inseguono discussioni e teorie sull’attentato alla maratona di Boston, 3 morti e molti feriti e amputati, e soprattutto sui due giovani ceceni indicati come responsabili della strage. Tra i vari fili, quello del diffondersi dell’Islam wahabita, originario dell’Arabia Saudita, che in varie regioni del Medio oriente e […]

Leggi e Commenta › ›

Siria, tra Iraq e Libano

di Maria Grazia Enardu Sono passati dieci anni da quando il regime di Saddam Hussein in Iraq crollò e il Libano ha appena nominato un primo ministro di transizione. Possono sembrare pensieri sconnessi ma in mezzo c’è la Siria, che sta per seguire l’esempio dei suoi due vicini, e come tutte le cose copiate verrà […]

Leggi e Commenta › ›

Le donne daranno pace al Medioriente

Dalle classi separate alla graduatoria unica di Maria Grazia Enardu Gira in questi giorni, suscitando fiera indignazione, la notizia che a Gaza Hamas vuole separare bambini da bambine già nelle classi elementari. E addirittura che nelle classi femminili non ci sarebbero maestri maschi ma solo femmine. C’è anche chi considera la questione come l’ostacolo definitivo […]

Leggi e Commenta › ›

Gerusalemme: c’è il governo Lapid-Bennett. E c’è anche Netanyahu

di Maria Grazia Enardu Dopo sei settimane di tattica, è nato il 33° governo di Israele. Sarebbe il 3° di Netanyahu, che è riuscito nell’impresa di conservare il ruolo di primo ministro ma ha dovuto includere le due persone che lo faranno fuori, politicamente, mediaticamente, e comunque anagraficamente. Bibi è un maestro nell’arte di arrangiarsi, […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.