Speriamo non si chiami Fatima…

Leggendo che una figlia di bin Laden accusa gli Stati Uniti di aver prima catturato il ricercatissimo e di averlo ucciso solo dopo….fermo ore ad aspettare un autobus (Roma non cambierà mai) ho rimuginato e sussultato. Così, una volta rientrato a casa dopo lunga giornata fuori mi sono precipitato su wiki per avere una veloce […]

Leggi e Commenta › ›

Il licenziamento

Se fosse stato un uomo comune, sarebbe stato prima licenziato, poi avrebbe commesso qualche reato e conseguentemente sarebbe finito in galera. Ma Totò Cuffaro non è un uomo comune e anche il suo datore di lavoro, cioè la Regione Sicilia, ha regole che poco hanno a che fare con l’ordinarietà delle cose che succedono a […]

Leggi e Commenta › ›

Ma che succede?

Pdl e Lega, in 309 alla camera hanno votato si’ a una guerra alla Libia, con la data, ma in bianco.(Giustamente la Nato ha detto: se sapete quando se ne va Gheddafi sapete quando finisce la guerra!). La lega si vanta di aver imposto che non cisiano nuove tasse per pagare i missili contro Gheddafi. […]

Leggi e Commenta › ›

E’ l’esercito più pazzo del mondo…..

….quello dei forestali di Sicilia: 841 ufficiali per soli 14 soldati semplici. Tutti hanno gradi e stellette, tutti comandano e nessuno obbedisce. Avrebbero bisogno di un organico di almeno 1300 persone. Attingeranno ai 5400(!) precari appena assunti, naturalmente, senza concorso?Alla regione Sicilia l’hanno scoperto appena ora, facendo un sopralluogo alla pianta organica del corpomforestale. Ma […]

Leggi e Commenta › ›

Tra il male e il peggio….

C’e’ indifferenza totale per le amministrative che si terranno tra due settimane. Meno che per il voto a Milano (‘via le br dalle procure’), e a Napoli (Pd vota Pdl?).Dal sud l’ultima e’ questa. Il prefetto di Napoli, Andrea De Martino, ha disposto controlli sui circa 10mila candidati in corsa alle amministrative, fra consigli comunali […]

Leggi e Commenta › ›

Ma si scrive Bin o bin Laden?

Me lo hanno chiesto in molti. Ed io che non lo so, ho girato la domanda alla professoressa Maria Grazia Enardu, che così ci scrive: ‘Io lo metto minuscolo, come in verità lo vedo spesso, perchè NON è un cognome, vuol dire figlio. C’è anche la variante ibn, non mi chiedete la differenze, so solo […]

Leggi e Commenta › ›

Bin e Bob…(Fisk)

LONDRA — «Mister Robert – cominciò a dire lo sceicco col turbante – uno dei nostri fratelli ha fatto un sogno, ha sognato che lei veniva a trovarci su un cavallo, che lei aveva la barba e che lei indossava una veste come la nostra. Questo significa che lei è un vero musulmano ». Il […]

Leggi e Commenta › ›

Osama: morte di un fallito

Due giorni dopo l’irruzione delle truppe americane nell’ultimo rifugio di bin Laden in Pakistan, il bilancio della sua complicata vita può essere fatto con una certa chiarezza. Era un ricco saudita, con una buona comprensione di come funziona l’economia globale ed aveva capito che, per assestare un colpo a uno stato, anzi a una superpotenza, […]

Leggi e Commenta › ›

Liberale a chi? Sempre su Parmalat e dintorni….

Il caso Parmalat ci dovrebbe aver insegnato qualcosa. (1) Obiettivo di colonizzatori francesi; merce di scambio per la nomina di Draghi alla Bce; strumento di Berlusconi per osteggiare Tremonti; operazione per creare una cordata tricolore; cassa piena di liquidità da svuotare: di tutto si è discusso, ma non dei problemi dell´azienda Parmalat. Le imprese che […]

Leggi e Commenta › ›

Gnocche e cannoli. E una strage…

 Con un cannolo siciliano in mano non è consigliabile mettersi a scrivere al computer. La ricotta rischia di splaffare sulla tastiera, la scorza a volte si piega, le forme si spezzano, le dita talvolta si imbiancano e in certi casi si leccano pure. Perché il cannolo, quando si è fortunati, è qualcosa la cui bontà […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.