Un altro pezzo….

…..del reame virtuale di Berlusconi se ne va: Mauro Masi lascia la direzione generale Delia Rai. Solo Antonio Baldassarre fece peggio. Ma era il presidente della Rai. E se andò anche lui dopo aver impalmato una soubrettina tv. Poi recentemente e’ stato chiesto il suo rinvio a giudizio per aver inventato una cordata che con […]

Leggi e Commenta › ›

Forse la primavera arriva in Palestina e lo sconforto e’ generale?

La notizia che, grazie ai buoni uffici egiziani, Hamas e Fatah (che è anche il maggior elemento sia dell’OLP sia dell’Autorità Palestinese, nel West Bank) hanno concluso un accordo è una sorpresa e come tutte le sorprese va decrittata parola per parola e va collocata nel contesto, mediorientale e palestinese. L’accordo, siglato al Cairo, sarà […]

Leggi e Commenta › ›

l’Europa dice di no a Maroni.

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha bocciato la norma italiana che prevede il reato di clandestinità, punendo con la reclusione gli immigrati irregolari. La norma, spiegano i giudici europei, e’ in contrasto con la direttiva europea sui rimpatri dei clandestini. ANSA 28 aprile Così, dopo i missili precisi, la strategicita’ di Parmalat, le tasse […]

Leggi e Commenta › ›

Per non dimenticare Eluana e la storia del testamento biologico…

Anche il testamento biologico non sfugge alla regola che per berlusconi tutto e’ buono per restare a galla, e la qualità della vita dei normali cittadini….non conta nulla.La stretta sul biotestamento imposta da Berlusxoni in queste ore vale a pagare una cambiale al Vaticano che tolga potenziali voti al polo moderato e cattolico di centro […]

Leggi e Commenta › ›

A proposito di ‘libanizzazione’ anche l’Italia….

…..non scherza. Ci mancava la polemica sui negozi aperti il primo maggio. Sempre a cura del PD e dintorni. Il sindaco di Firenze Renzi (PD) firma un provvedimento per l’apertura e subito la Camusso (segretaria CGIL, dintorni PD appunto) grida al sacrilegio e allo sciopero. Ci mancava questo. Non bastavano i missili precisi (!) di […]

Leggi e Commenta › ›

Il PD: vede Napoli e poi muore…

A Napoli sta accadendo di tutto (politicamente parlando). Sì che si dimentica la Pasqua ‘monnezzara’ nonostante le promesse di Berlusconi. Ai turisti sono apparsi cartelli sui mucchi di spazzatura dove era scritto ‘nun v’arrubbate…cca’ ce simmo affeziunate..’ (‘Non ve la rubate che ci siamo affezionati!’).Mentre perfino l’ex presidente di Confindustria Antonio D’Amato attacca il candidato […]

Leggi e Commenta › ›

E al summit il presidente francese alzo’ la voce…..

Nella sala di Palazzo Madama che ospitava il vertice Italo-francese si e’ gridato. O, quantomeno, alzata la voce. Nei giardini non sine’ sentito. Ma i testimoni hanno sentito un francese infuriato. Sarko’ si sarebbe infuriato per una copertina di Panorama (ve lo ricordo io: titolava ‘Sarkofago’). Poi ha elencato una serie di richieste con toni […]

Leggi e Commenta › ›

Rifaccio la domanda a Bossi….

Fino a che punto la lega seguirà Silvio Berlusconi? L’economia va come va. (Cioè non va. Ma dovreste guardare al vostro candidato in pectore alla successione a palazzo Chigi, Tremonti).La politica sull’immigrazione si e’ dimostrata insufficiente. (Ma dovreste guardarvi addosso).Ma la prescrizione breve? Il processo lungo? Come si conciliano col vostro argomento più forte sul […]

Leggi e Commenta › ›

Se Berlusconi, per caso, volesse pensare anche un po’ al paese….

Il tasso di povertà infantile nei Paesi Ocse è salito al 12,7%,pari a circa 30 milioni di bambini poveri. Risulta dal primo rapporto sulla condizione delle famiglie, in cui l’OCSE sottolinea come l’aumento della povertà infantile sia avvenuto nonostante l’aumento del redditomedio delle famiglie. Ma in Italia il tasso di povertà infantile è al 15%, […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.