8/ I suoi primi quarant’anni: la legge sull’aborto nel ricordo di Corrado Melega

arriva la legge 194. Il 18 maggio 1978, dopo un iter tormentato, veniva promulgata la leg- ge «194», in base alla quale l’aborto, attuato in determinate condizioni, non era più perseguibile penalmente. La soluzione finale trovata rispettava l’autodeterminazione della donna, ma per andare incontro alle esigenze dei cattolici, il legislatore riconosceva espressamente il diritto di […]

Leggi e Commenta › ›

Ah….la sinistra…..c’era una volta, ma non c’è più – il cattivissimo pensiero di Giancarlo Santalmassi

Requiem per sempre per la sinistra. Sentite questa. Il nuovo direttore di Raiuno è Teresa De Santis. Dalemiana (?) si occupava di TV quando lavorava al Manifesto. Come si schierasse politicamente lo si può facilmente immaginare. Oggi dirige Raiuno, l’ammiraglia della Rai. Baglioni, confermato a Sanremo dopo l’eccellente performance dell’anno scorso (evidentemente  mancavano ancora tre […]

Leggi e Commenta › ›

New York Times: ecco come gestire al meglio cartaceo e online – di Christian Rocca

L’articolo del New York Times sul degrado di Roma che tanto ha fatto discutere in Italia, con annesse e inevitabili polemiche politiche, è uscito sulle piattaforme digitali del quotidiano newyorchese lunedì 24 dicembre. Sul giornale di carta è comparso la domenica successiva, il 30 dicembre, sei giorni dopo. Un interessante editoriale sulla necessità di procedere […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale di Giancarlo Santalmassi

Sembra esista un accordo giallo verde per l’abbassamento a 25 per cento dei quorum da raggiungere nelle consultazioni referendarie. Ebbene sono ferocemente contrario a tutto ciò. Premesso che il referendum prevede un ‘rituale’ del tutto particolare per la verifica della volontà popolare prima vanno raccolte 500mila firme valide (infatti devono essere sottoposte al vaglio della […]

Leggi e Commenta › ›

7/ i suoi primi quarant’anni: la legge sull’aborto nel ricordo di Corrado Melega

Verso una regolamentazione condivisa. In particolare erano i parlamentari della Sinistra indipendente, con- vinti che un problema del genere andasse affrontato senza scomuniche religiose né «impuntature ideologiche», a rivolgere un appello al mondo politico per trovare comunque una soluzione. Nel 1976 La Valle lanciava una proposta per tentare un’uscita dalla situazione di stallo. L’aborto non doveva […]

Leggi e Commenta › ›

E la Chiesa diventa sempre più grande – di Giancarlo Santalmassi

Mentre si discute a chi fare ricorso, e soprattutto come, contro l’ignobile legge fasciorazzista di Matteo Salvini, che ama molto diventare ….”l’uomo solo al comando”, (Corte Costituzionale? Certo, ma chi e come? I sindaci come tali non saono legittimati…..) ecco la genialata della Chiesa, che tira  fuori dal suo cilindro l’obiezione di coscienza!

Leggi e Commenta › ›

Assolutamente da non perdere: Domenico Quirico e l’Africa dimenticata

L’oscura pericolosa magia del muoversi insieme, verso l’ignoto, che dava moto agli alberi stecchiti, alle capanne di lamiera, alle luride piste di sabbia, non si ripeterà. Eppure, così, i giovani facevano la Storia camminando, la loro vita era un’epopea, un’odissea. Erano l’Inizio assoluto. L’Africa intera affronta il primo anno senza Migrazione. Riuniti nello spiazzo del […]

Leggi e Commenta › ›

5/ i suoi primi quarant’anni: la legge sull’aborto nel ricordo di Corrado Melega

Genealogia di una legge necessaria. Il lungo cammino per la regolamentazione dell’aborto Giambattista Scirè La vicenda della regolamentazione dell’aborto in Italia si è contrad- distinta per un vasto dibattito culturale ed ha avuto un iter parlamentare molto travagliato. Giambattista Scirè la ripercorre dal punto di vista sto- rico evidenziando le diverse posizioni in campo e […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.