Editoriale: stiamo assassinando il pianeta – di Giancarlo Santalmassi

Temo che dobbiamo solo incolpare noi stessi per il covid19. Non sono un tifoso dell’ultim’ora di Greta Thunrberg. Riflettevo solo su quanto abbiamo visto in questi anni.
Abbiamo ucciso il clima.
Basta ricordare l’invasione delle locuste in Etiopia, le cavallette in Somalia, le pere distrutte da chissà che in Sardegna, l’epidemia di Xylella che sta distruggendo la meraviglia degli ulivi pugliesi.
E se il virus fosse sfuggito dallo scioglimento dei ghiacci? Se da un passato pliocenico fosse sfuggito un virus sconosciuto? Spiegherebbe perché non sappiamo cos’è, come evolve e se ci sia una cura. Non sappiamo nulla, invece: viene da un passato tutto nostro e che non conosciamo. E per questo pericolosissimo. Con le variazioni climatiche non si scherza e qualcuno dovrebbe spiegarlo a Trump.

Commenti chiusi.
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.