Buon 2020 – con l’editoriale di Giancarlo Santalmassi

So che è impossibile: lo dico come premessa. Ma quando è troppo è troppo!
Ho visto questa notizia poco fa lanciata dall’Ansa:

Il Papa che reagisce con decisione ad uno strattonamento di una fedele a piazza San Pietro diventa virale.
Ecco. Sono convinto che i social danno un contributo potentissimo al peggioramento della nostra comunita intesa come un insieme di donne, uomini, bambini e bambine.

Intendo: dovrebbero abolirli i social, anche se so (l’ho premesso) che è impossibile.
Leggete il seguito.

Sempre Ansa:
Il pontefice ieri, dopo la visita al presepe, si è dovuto staccare da una pellegrina asiatica che lo tirava dalla sua parte con un paio di schiaffi sulla mano. “Tante volte perdiamo la pazienza – ha poi detto il Papa durante l’Angelus – chiedo scusa per il cattivo esempio di ieri”.

Su twitter e facebook, però, il video viene rilanciato con una valanga di commenti. “Dio perdona, Bergoglio no”. “Buon proposito per il 2020: allontanare le persone tossiche come solo il Papa sa fare”. Il tweet di Daniele Capezzone: “Oggi papa Bergoglio si recherà presso un ospizio a dare due sganassoni alle vecchiette presenti. Seguirà pranzo con strattonamento di mendicanti e calcio in culo al passante più fortunato”. Tra i politici anche il tweet di Guido Crosetto: “Oggi il Papa ha dedicato la predica al rispetto della donna. Ispirato dalla fedele di ieri…”.

Marcello Veneziani: “Papa Manesco I: Mai visto un papa azzuffarsi coi fedeli; altro che accoglienza e ponti, siamo alle comiche finali”.

Ma molti sono anche i commenti a difesa, anche memori della aggressione a Papa Benedetto XVI la notte di Natale del 2009: “Sono disgustato dagli interventi pieni di astio, sui social, verso il Papa. Stava per finire a gambe levate – fa notare un utente di twitter -, strattonato da una persona senza senso della misura. Ha reagito come naturalmente avrebbe fatto chiunque”.
Meditare, gente, meditare.
Buon anno (bisestile!)

GCS

Commenti chiusi.
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.