Messa al bando

Questi due commenti:

“Esistono giornali in Italia che riescono a vivere tranquillamente senza sussidi pubblici e basandosi su quanto i lettori danno loro. Il problema è però che se io cerco una notizia vera su repubblica la devo cercare (forse) nella cronaca locale. Poi ci si lamenta che la gente non la compra più…..per finire mi iscrivo orgogliosamente nel club di quelli che pensano che la ragazza in questione se la sia andata a cercare, perchè se voleva fare qualcosa di positivo la poteva fare in Italia. Peraltro, mi ripugna che le mie tasse verranno usate per pagare il suo riscatto. Glie lo farei ripagare tutto, quando torna in Italia.”

e

“Non vi è alcun problema di violenza sulle donne in occidente, tantomeno in Italia. Anzi, c’è un gravissimo problema di violenza sugli uomini: vogliamo parlare dei padri divorziati che dormono in macchina?”.

Sono firmati col “nomme de plume” di Paolo Furbacchione, riciclo del vecchio “Bull”. 

Ora come allora, lo metto al bando.

Questo sito nasce come libera tribuna del libero pensiero.

E non è consentito a  qualsivoglia “Bullacchione” di trasformarlo in sentina di ogni liquame.

2 Commenti a Messa al bando

  1. Diego 24 novembre 2018 at 10:20 #

    Bravo Giancarlo!
    Era ora!
    Hai tollerato sin troppo.

  2. andrea dolci 25 novembre 2018 at 20:13 #

    Perdiamo un esempio del nuovo che avanza, una perfetta sintesi tra ignoranza, arroganza e maleducazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.