La distanza tra Italia ed Europa secondo l’Istituto Bruno Leoni

La scorsa settimana, la Commissione europea ha definitivamente rigettato il bilancio 2019 dell’Italia. Ciò significa che siamo sempre più lontani dai principi e dagli obiettivi europei che noi stessi, come Stato membro, abbiamo contribuito a individuare. Ma siamo anche sempre più lontani dalle variabili che indicano lo stato di salute delle economie degli Stati membri dell’UE e dell’eurozona: il rapporto fra disavanzo pubblico e prodotto, il rapporto fra debito e prodotto, il tasso di crescita del prodotto, il tasso di disoccupazione, il saldo dei conti correnti rispetto al prodotto. L’ultimo aggiornamento del Superindice IBL, curato da Nicola Rossi e Paolo Belardinelli, «ci racconta è che non solo l’Italia è isolata ma che in questi ultimi mesi ha fatto quanto poteva per esserlo ancora di più. Perché fosse chiaro a tutti che l’Italia era e voleva rimanere il paese “deviante” per eccellenza».

Dal 1997 a oggi, la distanza macroeconomica fra l’Italia e l’Europa «racconta una storia piuttosto semplice (e relativamente indipendente dal colore dei diversi Governi che si sono succeduti nel tempo) di ripetuti allontanamenti dai comportamenti medi dei nostri partner europei e di successivi ripetuti avvicinamenti agli stessi. Una storia tutta italiana che sembrerebbe dare qualche giustificazione alla preoccupazione se non proprio al sospetto con cui molti nostri partner tendono spesso a guardarci. Una storia in cui gli ultimi anni – a partire dal 2014, per la precisione – si segnalano come gli anni della deviazione più eclatante e più netta. Con buona pace di tutto ciò che quotidianamente ci sentiamo dire circa le imposizioni europee che l’Italia avrebbe subito fino a qualche mese fa. E con buona pace della retorica del “cambiamento” che da qualche tempo imperversa. Se fosse necessario sintetizzare la performance relativa italiana degli ultimi tempi – concludono gli autori – basterebbe un semplice riferimento musicale: “come prima, più di prima”.»

,

Nessuno ha ancora commentato questo post.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.