Forza Bolsonaro, non solo il Brasile ha bisogno di te – il “bellissimo” pensiero di Giancarlo Santalmassi

Infatti il candidato al ballottaggio presidenziale ha detto: “Se vinco rimando Cesare Battisti in Italia”. Per inciso è ricercato per pluriomicidio e rapina a fini terroristici.

È stato coccolato per anni in Francia grazie a uno strappo della dottrina Mitterrand, che si teneva i fuoriusciti per dissidenza purché non avessero commesso delitti di sangue (e invece Battisti ne aveva commessi). Quando l’aria cominciò a cambiare Battisti (che a Parigi era pure divenuto un apprezzato dscrittore) fu amichevolmente avvisato e quindi aiutato a scapparsene in Brasile. Anche qui pare fosse appena tollerato, ma quando fu fermato al confine con del denaro, disse che stava andando a pesca. Adesso pare che Bolsonaro appunto, abbia deciso di porre fine alla storia, di ridarcelo. Prima lo vogliamo vedere scendere la scaletta di un aereo su suolo italiano. E poi diremo a Bolsonaro il grazie che meriterà.

Commenti chiusi.
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.