Salvini: sei un fascista vero. E magari te ne vanti- di Giancarlo Santalmassi

Durante una passeggiata “per la legalità” nella notte tra sabato e domenica ad Aprilia in provincia di Latina, tre italiani si sino messi all’inseguimento di una vettura “sospetta” con due immigrati a bordo. Qualche curva ad alta velocita e la Renault tallonata è uscita di strada. Chi guidava è scappato per i campi. Chi gli sedeva accanto, un marocchini di 43anni, ferito, è sceso dalla vettura ma e stato colpito da un pugno e a calci. Ed è morto. Per gli italiani è scattata la denuncia per omicidio preterintenzionale.

Fossi in Salvini (ormai fascista dichiarato visto che secondo lui con gli immigrati siamo teneri perché abbiamo bisogno di loro per la nostra bassa natalità) la prima cosa che farei è abbassare i toni (io leggo questo fatto gravissimo come conseguenza del fiume di parole dette in violenta libertà dal nostro ministro dell’interno contro neri e immigrati) e la seconda ounire esemplarmente i responsabili. Lo avevo già scritto dopo l’allegro e criminale tiro a segno con armi ad aria  compressa contro immigrati.

Lo ripeto ora, convinto piu che mai.

13 Commenti a Salvini: sei un fascista vero. E magari te ne vanti- di Giancarlo Santalmassi

  1. Raffaele Del Gatto 30 luglio 2018 at 20:56 #

    Ciao Giancarlo,

    non posso che condividere il rammarico per il momento storico che stiamo vivendo, che è di quelli che vorresti solo leggere nei libri di storia e mai vorresti vivere.

    L’unica cosa però che mi chiedo, e ti chiedo, è: perché mai dovrebbe abbassare i toni? Non solo con questa strategia è arrivato al governo, ma i consensi lo vedono in continua crescita.

    Purtroppo avremmo dovuto aggiornare la democrazia tempo fa, non ci siamo riusciti, per tante ragioni, e ora ci stiamo trascinando nuovamente verso il fascismo. E temo che ancora dobbiamo assistere al peggio.

    Un abbraccio,
    Raffaele

    • Giancarlo Santalmassi 31 luglio 2018 at 15:36 #

      Sottoscrivo in pieno e in toto. Bravo raffaele.
      Giancarlo

    • andrea dolci 31 luglio 2018 at 17:19 #

      Purtroppo ho molti amici che hanno fatto il salto dello steccato e sono diventati Salviniani purosangue. Ad esempio il grosso del cattolicesimo non “sociale” si è trasferito armi e bagagli nelle truppe nazionaliste, sovraniste e fasciste con Casa Pound portata ad esempio di difesa dei valori che contano difesa della razza inclusa.
      Personalmente sono molto pessimista perchè credo che il Fascismo sia parte integrante della natura degli italiani, perchè il bombardamento mediatico di fake news sui social ha raggiunto livelli di forza e accuratezza da far venire i brividi e perchè ho l’impressione che questo Governo punti cinicamente ad esacerbare le situazioni invece di risolvere i problemi.
      Credo anche io che si sia solo all’inizio e che potrà solo andare peggio.

      • Paolo Furbacchione 1 agosto 2018 at 23:44 #

        Certo sig. Dolci. A proposito di fake news, come la mettiamo con la notizia falsa dell’atleta italiana colpita perchè di colore, quando ora sappiamo che prima di lei erano stati colpiti italiani dalla pelle chiara?

        • andrea dolci 2 agosto 2018 at 01:57 #

          Proprio non riesce a capire la differenza tra un giornalista e un Ministro ?

          • Paolo Furbacchione 2 agosto 2018 at 10:24 #

            Non ci posso credere!!!! Un politico ha detto una bugia! No! Deve essere la prima volta!!!!!!

          • andrea dolci 3 agosto 2018 at 06:00 #

            Ascoltii l’intervista di Cantone a Radio24 e confronti le sue dichiarazini cnnquello che sostiene Di Maio e vediamo se coglie la differnza tra condire la propria azione connquwlache balla ed invece usare la menzogna come metodo sistematico di comunicazione. Potremmo estendere l’osservazione alla Aquarius, collusa con gli scafisti ma che aveva invece imbarcato migranti recuparati dalle motovedette italiane o la Asso28 che secondo Salvini non esiste neanche perché avrebbe fatto tutto la Guardia Costiera libica quando invece è stato il coordinamento italiano a dare l’avvio all’intervento.
            Qui ci troviamo davanti a qualcosa di inedito ovvero l’uso sistematico della mezogna sistematica per nascondere l’incapacità di affrontare i problemi.

  2. Raffaele Del Gatto 30 luglio 2018 at 21:27 #

    Ciao Giancarlo,

    non posso che condividere il rammarico per il momento storico che stiamo vivendo, che è di quelli che vorresti solo leggere nei libri di storia e mai vorresti vivere.

    L’unica cosa però che mi chiedo, e ti chiedo, è: perché mai dovrebbe abbassare i toni? Non solo con questa strategia è arrivato al governo, ma i consensi continuano a crescere. Purtroppo avremmo dovuto aggiornare la democrazia tempo fa, non ci siamo riusciti, per tante ragioni, e ora ci stiamo trascinando nuovamente verso il fascismo. E temo che ancora dobbiamo assistere al peggio.

    Un abbraccio,
    Raffaele

    • Paolo Furbacchione 3 agosto 2018 at 13:17 #

      Sig. Dolci, se prende per buono quello che sente a Radio 24 allora credo che non ci sia altro da aggiungere. Buona giornata!

      • andrea dolci 3 agosto 2018 at 17:08 #

        Cantone che parla in diretta è una manipolazione ?
        La lascio alle balle sulla Aquarius e Asso28; sull’ILVA se le interessa, le racconto un po’ di cose di prima mano ma sicuramente dicendole cose molto diverse dal verbo dimaiano mi consederebbe un renziano embedded.

  3. Paolo Furbacchione 30 luglio 2018 at 21:48 #

    Trovo abbastanza stupefacente che nessuno si chieda mai come ci siamo arrivati, a questo punto. Trovo abbastanza stupefacente che i maitre a penser della sinistra non si chiedano mai, mai, perchè la gente è così esasperata. Eppure, fra una tartina e l’altra, potrebbero fare un giro fra gli elettori che tanto disprezzano.

    • Federico Valentini 2 agosto 2018 at 09:44 #

      Paolo Furbacchione, lei si sbaglia di grosso. Sa in quanti ce lo stiamo chiedendo come siamo arrivati a questo? Tanti. Io non ci dormo.
      Certo, ci siamo arrivati anche per colpa di molti errori commessi dalla sinistra intesa sia come partiti della sinistra, sia come intellettuali. Non c’è dubbio. E allora?

      Questo non autorizza nessuno a diventare fascista. Se qualcuno diventa fascista perché D’Alema ha una barca a vela o perché Marino ha chiesto un rimborso doppio con lo stesso scontrino, io penso che costui sia un cretino; e lo penso anche se costui è il popolo sovrano.

      Posso farmi tutti i giri che lei vuole in mezzo ai miei colleghi elettori e concittadini: se li trovo incazzati li capisco (un po’, ma non troppo); se li trovo esasperati penso che siano vittime (colpevoli, per ignoranza) della disinformazione grillina e leghista (e prima ancora Berlusconiana, e prima ancora comunista e prima ancora democristiana, ecc. , ecc.).
      Ma se li trovo fascisti non ho nessuna comprensione e non provo nessuna empatia.
      Se li trovo razzisti penso che siano loro i miei nemici. E i nemici del mio futuro e di quello dei miei figli.
      Quindi stia attento a rovesciare la frittata delle responsabilità: la peggiore politica non esime nessuno dalle proprie responsabilità di essere umano.

  4. Paolo Furbacchione 3 agosto 2018 at 13:52 #

    Sig. Valentini, mi ha davvero terrorizzato con al sua risposta. E’ vero, è colpa mia se la sinistra i Italia si è consegnata mani e piedi legati ai padroni della globalizzazione selvaggia. E’ colpa mia se i miei figli sono precari mentre io alla loro età avevo stipendio regolare, ferie e malattia (però loro hanno le app, e Ryanair, vuoi mettere…). E’ colpa mia se interi quartieri della mia città sono irriconoscibili perchè ormai pieni di insegne che neanche so leggere (almeno in altri stati le insegne devono essere scritte nella lingua locale). Si, confesso: è tutta colpa mia. Ed è colpa mia se adesso voto per qualcuno che è incompetente: perchè la competenza degli altri l’ho già provata sulla mia pelle. Se poi lei vorrà essere mio nemico (parole sue), me ne farò una ragione. Anche perchè nella sua bella lettera, piena di belle parole (ah, la cultura caviar chic di sinistra), non da una briciola di soluzione ai problemi che abbiamo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.