Editoriale – di Giancarlo Santalmassi

Se Conte è l’avvocato del popolo (di tutto il popolo), è urgente che Salvini dimostrari che è il ministro dell’interno non solo della repubblica, ma anche di tutti i suoi cittadini.

Narrano le cronache giornalistiche di ieri che in Italia sono diventati otto i cittadini di colore colpiti da armi ad aria compressa (piombini, piumini…ecc). Qualche vigliacco, soprattutto se lo ha fatto da bordo di un’auto, lo ha fatto inneggiando a Salvini.

Ecco, fossi il ministro dell’interno preferirei indagare capillarmente per denùnciare rapidamente gli autori di questi reati. Perché troppi si sentono autorizzati a passare dalle parole (razziste e  fasciste, lo dichiaro senza mezzi termini) uscite lalla bocca del ministro dell’interno, ai fatti criminali di questi giorni.

 

Giancarlo Santalmassi

3 Commenti a Editoriale – di Giancarlo Santalmassi

  1. Paolo Furbacchione 28 luglio 2018 at 15:44 #

    Pienamente d’accordo. Certo, sarebbe bello anche poter indagare i politici irresponsabili che invece di GOVERNARE i flussi migratori, hanno consentito che in Italai entrasse chiunque.

    • andrea dolci 28 luglio 2018 at 15:53 #

      Lei assegna alla classe politica italiana intelligenza e capacità strategiche a mio avviso inesistenti .
      La nostra situazione è la degna conseguenza delle proverbiali superficialità e sciatteria tipocamente italiche. Poi è fisiologico che i furbi ci marcino.

      • Paolo Furbacchione 30 luglio 2018 at 13:33 #

        Non lo dica a me. Lo dica al Direttore.

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.