C’è del bullismo nel sostegno Usa al latte artificiale. E Putin fa la parte dell’agnello – di Mariagrazia Enardu

 

All’Agenzia dell’ONU per la Salute (WHO) c’è stata una battaglia campale sul latte artificiale, quello per neonati. Che da anni la WHO e altre agenzie scoraggiano se non c‘è reale necessità. Nei paesi non occidentali il latte artificiale è proposto come moderno, positivo, buono anzi meglio di quello materno. Che, a parte ogni altra considerazione, è sempre disponibile, senza stare a preparare in posti dove trovare acqua potabile è già un grosso problema. Ovviamente le multinazionali del latte spingono, e da decenni la Nestlè è oggetto di forti critiche, e pure boicottaggi, per il modo aggressivo di vendere latte per neonati. D’altra parte, vuole fare profitti e battere il latte materno, e questa si chiama guerra.

Ora ci ha riprovato, cercando di bloccare al WHO una mozione a favore del latte materno tramite la delegazione USA. Che ha terrorizzato,  anzi bullizzato i paesi che la sostenevano.  L’Ecuador doveva proporre la mozione ma ha battuto in ritirata, lo stesso altri, finché non è sceso in campo un pezzo grosso, nello stupore generale: la Russia. Ha presentato la benedetta mozione che è passata, con sconfitta del latte artificiale, della Nestlé e del bullo in capo, Trump.

Perché la situazione è tale, e questo non è certo il primo esempio, che nelle organizzazioni  internazionali gli USA di Trump sono diventati il lupo cattivo. Vale poco ricordare che, con i precedenti presidenti, spesso gli USA facevano e strafacevano, diciamo che era un altro clima. Ma che Putin sia il salvatore di neonati, lui che con il sostegno ad Assad ha contribuito ad ammazzarne a migliaia in Siria, dà molto da pensare. C’e sempre un lupo più cattivo degli altri e al WHO Vladimir è apparso, per un momento, buono.

,

Un commento a C’è del bullismo nel sostegno Usa al latte artificiale. E Putin fa la parte dell’agnello – di Mariagrazia Enardu

  1. andrea dolci 15 luglio 2018 at 18:34 #

    Dunque Assad non avrebbe fatto stragi grazie a Obama che si è rimangiato la “Linea Rossa” dando di fatto la luce verde ad Assad nel massacrare i civili ma di Trump che non ha fatto la guerra alla Russia ?
    Vabbè, allora Trump è colpevole di Fukushima, dell’abusivismo edilizio in Campania e, ora che ci penso, ho un po’ di mal di schiena e forse dovrei scrivere una lettera di protesta alla Casa Bianca.
    P.S. Quale era la posiizone USA sulla diffusione del latte aritificiale sotto Clinton ? Ah, dimenticavo, a quei tempi Trump era democratico per cui sicuramente anche allora era colpa sua.

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.