Ho passato una Pasqua interessantissima…..- di Giancarlo Santalmassi

Erano moltissimi anni che non andavo più in Sicilia. E mi ero quasi dimenticato quanto fosse bella, bellissima. D’altra parte non poteva essere diversamente: una terra per cui sono passati fenici, romani, arabi, greci, spagnoli, francesi, piemontesi….crogiuolo di civiltà, razze, lingue, culture anche alimentari….
Per Pasqua sono stato a Ortigia (Siracusa), presso cari amici. Ho rivisto il barocco di Noto, la processione del Cristo a Scicli. L’isola ha fatto balzi da gigante restando il gioiello presentato al G8 di Taormina da Gentiloni. L’industria culturale, intesa come beni artistici, ambientali e gastronomici ha fatto progressi inenarrabili. L’artigianato si è evoluto enormemente: fabbri giovani, tecnologici (direi di generazione 4.0), tutto computer e laser, fanno lavori affascinanti. Artisti, botteghe, restauratori, architetti fanno dimenticare le case tutte tufetti e malta. Olio, cioccolato, vini…… Aziende edili che lavorano con precisione e raffinatezza. E girando nei paesi medi e piccoli si vede subito l’edilizia di stupro che ha rovinato il paesaggio: come diceva Pasolini, i veri fascisti non sono stati quelli di Mussolini, ma i geometri degli anni sessanta. Quelli tentarono di cambiare l’Italia invano senza riuscirci. Questi ci riuscirono purtroppo e i segni si colgono oggi ancora in tutto il loro orrore.
Il nostro paese è uno scrigno unico al mondo. Ripeto: non ce ne è un altro al mondo che abbia beni ambientali (panorami), culturali (arte e architetture) e gastronomici come li abbiamo noi…..

Nessuno ha ancora commentato questo post.

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.