Cattivissimo pensiero su Napoletano, Fubini e la categoria dei giornalisti – di Giancarlo Santalmassi

L’altroieri ho pensato molto seriamente che la nostra classe dirigente di cui noi giornalisti facciamo parte cospicua, si fosse trasformata in classe….digerente.

È stato quando è apparsa su tutti i giornali una recensione al libro di Roberto Napoletano (in cui si rilanciava tra l’altro il complotto dell banche per far fuori Berlusconi nel ferragosto 2011 sostituendolo con Mario Monti), tacendo che l’ex direttore del Sole24ore era sotto processo per  falso in bilancio del gruppo editoriale. Ciò che ha ferito di più la gategoria e stato che lo tacesse perfino il Corriere della Sera, il maggiore giornale italiano che al libro aveva dedicato due pagine a firma Federico Fubini, una firma illustre.

è Stati un diluvio di Twitter inferociti (la redazione del Sole al completo) per la ‘dimenticanza’. Il giorno dopo Federico Fubini ha dovuto mettere in pagina sul Corriere le sue scuse, confermando la notizia dell’incriminazione di Roberto Napoletano.

,

Un commento a Cattivissimo pensiero su Napoletano, Fubini e la categoria dei giornalisti – di Giancarlo Santalmassi

  1. Bull 10 Dicembre 2017 at 15:10 #

    Direi che questo la dice lunga su come funziona il cosiddetto “giornalismo” all’italiana…..

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.