Caro Santalmassi, non sono andato a votare. Ecco perché

Ricevo e molto volentieri pubblico. E vorrei portarla all’attenzione di Renzi

Caro Santalmassi, letto il tuo appello al voto di sabato. Nulla da dire.
Oggi faccio gli auguri a Renzi.
Io però non sono andato a votare alle primarie.
Per una serie di motivi.
Che ti metto semplicemente in fila.

Sabato mi e’ arrivata la Tares da pagare…. entro oggi!
E lunedi’ la dichiarazione sugli apporti personali alla societa’ 2012… entro dopodomani! Era in definizione da un anno e mezzo ma qualche brillante funzionario ha deciso che il modulo relativo ad un anno intero andava compilato in una settimana!
E questo dopo che devo pagare oltre 40mila euro di successione per gli appartamenti di una mia zia, invendibili, che hanno la rendita catastale superiore al prezzo di mercato!
Quanto al PD, ti cito due aneddoti personali.
Mia moglie C. dopo aver pagato 3mila euro + trasporto 2/3 volte alla settimana tra due capoluoghi, studiato sei mesi e passato 10 esami, ha ottenuto l’abilitazione in Economia Aziendale.
La Carrozza, sotto dettatura di Epifani e compagni, ha bloccato tutto per favorire i tesserati!
Fai conto che anch’io ho fatto il “Concorsone” in Toscana per Economia Aziendale, passando sia lo scritto che l’orale (anche se non credo di essere tra i primi 10 per via del punteggio extra che hanno gli insegnanti di lungo corso). Le prove sono finite il 9 settembre ma al MIUR Toscana non hanno ancora pubblicato le graduatorie per agevolare i precari ed impedire l’entrata in ruolo dei vincitori!
E questi signori sarebbero favorevoli “al merito”? Con che spirito, secondo te, dovevo andare a votare alle primarie del PD?
Forse ti sfugge la gravita’ del momento: l’Italia, per chi non ha un lavoro da dipendente, e’ diventata semplicemente invivibile.
Tra tasse sulle case, Tobin tax e bolli, il mio lavoro e’ stato massacrato. Vado bene solo per pagare tasse, gabelle, imposte e accise. Un limone da spremere. Altro che Movimento dei Forconi…
Se continua cosi’ entro il 2015 e ce ne andiamo a Boston, Miami o Toronto e apriamo un bel ristorante. Almeno in quel settore l’Italianita’ ha ancora un senso!

Lettera firmata

2 Commenti a Caro Santalmassi, non sono andato a votare. Ecco perché

  1. mauri roberta 9 Dicembre 2013 at 12:56 #

    Ecco perché Renzi deve agire in fretta……per evitare che i “limoni spremuti” vadano all’estero ad aprire ristoranti.

  2. Michele R. 9 Dicembre 2013 at 13:57 #

    “l’Italia, per chi non ha un lavoro da dipendente, e’ diventata semplicemente invivibile.”
    Si figuri se non è così anche per chi ha un lavoro da dipendente…
    Michele R.

    NB: Ci tengo a precisare che sono un dipendente e penso che chi fa l’imprenditore, chi ha un attività in proprio, giusto perché rischia di più di un dipendente DEVE avere un ritorno equo dalla sua attività. Non trovo giusto che ci si debba “sbattere” tanto per menate come quelle elencate nella lettera, a causa di uno stato reso inefficiente, sprecone e ladro per colpa di una classe dirigente e politica capace di pensare solo a se stessa.

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.