Archivio Tag | editoriale

Editoriale

di Giancarlo Santalmassi Mario Monti, presentando ieri a Brescia la sua squadra di candidati, ha detto che vuole riunire non i moderati, ma i riformatori. Nel 1972 intervistai per “AZ un fatto come e perché” l’allora ministro della Pubblica Istruzione Riccardo Misasi. Era accaduto un fatto grave: molte scuole erano occupate in tutta Italia, a […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

di Giancarlo Santalmassi Oggi, forse un milione e mezzo di cittadini simpatizzanti del centrosinistra (o iscritti o elettori) vanno a votare per il primo turno delle primari di quell’area. Bersani ci arriva con l’apparato e qualche scivolata di troppo. Troppo Vendola troppa Camusso, con l’aggiunta di una mossa interpretata come apertura a Di Pietro. Un […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

Ecco, piaccia o non piaccia, la seconda fase di Monti. Dopo le tasse lacrime e sangue, i tagli, ovvero a aperto il fascicolo Bondi. Lo avevo previsto. Chi segue questo sito lo sa. Indignato anch’io da una finanziaria vecchia maniera (ma l’unica fattibile in 24 ore – tanto mancava al fallimento – stante l’arretratezza del […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

Monti è a una svolta che, lasciatemelo dire, avevo previsto. Dopo una finanziaria vecchissimo stile per fare cash (in quella domenica di novembre l’Italia, anzi Monti, aveva ben chiaro che doveva presentarsi con un assegno circolare per evitare un fallimento) L’ubriacatura dello ‘Stiamo benissimo, siamo i migliori’ era finita a ferragosto, quando il centro destra […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

L’Euro vince. E sarà tanto forte da fare l’Europa. Una volta (qualche tempo fa, ma non tanto), azzardai: l’Euro sarà tanto forte che diventerà irrinunciabile, al punto che sarà lui a fare l’Europa, a costringere alla nascita una politica europea di un continente quanto meno federato, o confederato. In modo da avere un ministro degli […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

Non è la prima volta che l’Italia vota sotto stress. Il 1974, qualcuno lo ricorderà, si votò per il referendum sul divorzio a pochi giorni dalla clamorosa azione delle brigate rosse del sequestro del magistrato genovese Mario Sossi. Ieri lo stress è stato ancora più alto. L’attentato di Brindisi, con i suoi morti e feriti, […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

Monti c’è ed ha battuto un colpo. Durissimo. Conscio che la fase due andava accelerata al massimo (come avevo scritto su questo sito), che non riusciva ad avere i numeri nemmeno dalla ragioneria dello Stato per poter vedere dove erano più opportuni i tagli della spesa, e finalmente cosciente del fatto che la mucillagine dei […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

Bene, i partiti hanno deciso di non levarsi un euro che è uno. Non pvoglioo farlo, perché dovrebbero cominciare a licenziare. E per loro va bene se licenziano le aziende. Non va bene se debbono farlo loro. In questo quadro, siamo davvero nei guati. Anche perché Monti, per quanto tecnico, per quanto in teoria fortissimo, […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

Cosa c’è dietro il nervosismo Monti-Parlamento C’è il maldipancia del PD. Che sembra (o sembrava) intenzionato a risolvere le guerre interne al partito, (dilaniato tra riformismo e conservatorismo, primarie contestate e deludenti, incertezze su legge elettorale e dura legge dei numeri necessari a sconfiggere il fallimento stile Grecia) con una campagna elettorale (ricordiamo: per le […]

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

La politica si sbriciola. Guardate solo alle primarie: a Palermo se il PD piange dopo l’esito che ha visto clamorosamente perdere la Borsellino candidata da e di Roma, il PDL non ride per niente. Avevano scovato un giovane candidato, 30 anni, Massimo Costa (pensate che sfida: 30 anni a destra contro i 31 a sinistra […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.