Archivio Tag | cultura

Ribaltone all’Unesco: eletta una straordinaria donna – di Mariagrazia Enardu

Il risultato finale è stato talmente sorprendente che per capirlo bisogna guardare le varie votazioni, una moviola con gol finale. Il Comitato Esecutivo dell’Unesco (58 stati) doveva eleggere un nuovo direttore generale, dopo la bulgara Bokova. L’Unesco è terreno di scontro da anni, a riprova che niente è più politico della cultura. Israele lo accusa […]

Leggi e Commenta › ›

Attenzione alla nuova America raccontata da Mauro della Porta Raffo – di Giancarlo Santalmassi

Considero Mauro della Porta Raffo (insieme a Massimo Teodori) uno dei migliori americanisti italiani. Sta per uscire una sua storia particolarissima dell’epopea americana attra verso un inedito punto di vista antropologico-culturale. Considero la sua lettura entusiasmante. Eccone due saggi-assaggi. Bolivar in Mississippi Possibile un contrasto maggiore, più stridente (con gli occhi di oggi)? Corre il […]

Leggi e Commenta › ›

Non ci posso credere – di Giancarlo Santalmassi

Alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico, un programma televisivo dal titolo minaccioso, «Il collegio», ha testato il grado di preparazione di alcuni giovani liceali. Il tratto che emerge dalle interviste è la svolta revisionista della scuola italiana. I nuovi studenti sovvertono certezze consolidate e ribaltano vetusti luoghi comuni. «La capitale degli Usa? New York», con tanti […]

Leggi e Commenta › ›

Occhio alle false verità della rete: un milione di ‘mi piace’ su una affermazione sbagliata non ne fanno una giusta: resta un errore – di Giancarlo Santalmassi

Dalla Regione Veneto all’Australia, sulle vaccinazioni si è aperta un’altra disputa tipica dei nostri tempi. L’autorevolezza della scienza, facilmente messa in discussione via internet e social media, non è in grado di arginare minoranze dell’opinione pubblica, che seminano il dubbio in aree sociali anche più vaste. E così il vaccino diventa una metafora dell’ambigua espansione […]

Leggi e Commenta › ›

Caldo percepito e televisione percepita – di Stefano Balassone

Quest’anno, d’agosto, si porta il caldo “percepito”, che è quello di sempre, ma peggiorato dalla impazienza propria del momento storico. Quindi la colpa è nostra e non del caldo. Con la tv percepita i ruoli si invertono perché se le varie botteghe replicano idee, facce, formati, la percezione dell’insieme non resta uguale, ma peggiora. Perché […]

Leggi e Commenta › ›

Voglio abolire la parola femminicidio: c’è molto di più – l’editoriale di Giancarlo Santalmassi

Tanto per cominciare occorrerebbe eliminare la parola femminicidio. Nata come contrasto alle parole generali che come unica radice conoscono il genere maschile (omicidio: contrapposizione apparentemente logica appunto ‘femminicidio’). Preferirei parlare di ‘assassinio di una donna’. I concetti complessi monoverbali sanno di scorciatoia, di fretta, senza neanche darsi il tempo di riflettere sul senso che contiene. […]

Leggi e Commenta › ›

Maryam Mirzakhani, l’ultimo premio – di Mariagrazia Enardu

Maryam è morta a 40 anni di tumore, era la prima ed unica donna ad aver vinto la medaglia Fields per la matematica (2014), cui concorrono studiosi di meno di 40 anni. Premio ben più importante di un qualsiasi Nobel, viene dato solo ogni 4 anni. La sua era una matematica di incomprensibili geometrie, curve […]

Leggi e Commenta › ›

Ciao Fracchia: hai fatto sognare gli sfigati – di Giancarlo Santalmassi

Paolo Villaggio e’ morto. E con lui se ne va il simbolo dell’Italia degli sfigati e dei complessati. I suoi colloqui col ‘signor direttore” un arcigno Gianni Agus seduto in alto, dietro un’imponente scrivania, che parla verso il basso, rasoterra, all’impiegato che chiede di esprimere la propria dignità contorcendosi sopra una poltrona a sacco, di […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.