Archivio Tag | Costume&Società

Da non perdere questa lettera a ‘la Stampa’: “Voi non lo sapete, ma questa è la vita che fanno gli orfani di femminicidio” Il racconto di due zii affidatari: terrore, tremori, fragilità. Poi arriva la burocrazia”

Gentile Direttore, siamo Agnese e Giovanni Paolo, zii affidatari di due orfani di femminicidio, abbiamo partecipato al Convegno Switch-off sugli «orfani speciali» del 21 settembre alla Camera dei Deputati. Esprimiamo profonda gratitudine alla dottoressa Anna Costanza Baldry e ai suoi collaboratori che, con il loro studio scientifico serio, approfondito, umano, hanno fatto luce su questa […]

Leggi e Commenta › ›

Da non perdere

Il commento di un lettore all’articolo di Luigi Ferrarella   Buon giorno Ferrarella , posso “azzardare” nel dire che il caso raccontato, mi spaventa più gli attentati ? Cerco di spiegarmi. Io lavoro come tecnico meccanico, nel settore automotive ( costruttori di automobili…..odioso inglesismo), e sto verificando sulla mia pelle, che tutti i maggiori costruttori […]

Leggi e Commenta › ›

Da non perdere: Avere 13 anni – di Jessica Contre

– The Washington Post Una giornalista del Washington Post ha osservato le giornate di una ragazzina americana sul suo smartphone e si è fatta raccontare di cosa sono fatte. Katherine Pommerening sale in macchina e prima ancora di essersi allacciata la cintura ha già il telefono acceso in mano. Un ragazzina di tredici anni dopo […]

Leggi e Commenta › ›

Il web schiavizza?

di Giancarlo Santalmassi Comincia la ribellione al web? Si sa come funziona la rete e come si fa strada. Comincia col farti abituare alle comodità (eviti le file con l’on-line, non vai più alla posta a imbucare una lettera o una raccomandata, se fai acquisti l’oggetto ti arriva a casa). Poi, una volta assuefatto, ti […]

Leggi e Commenta › ›

Solitudine – 2

“Cara professoressa morta da invisibile ecco perché adesso le chiedo perdono” VALERIO PIPERATA Sono stato allievo della professoressa Privitera, la donna trovata morta nel suo appartamento, a Roma, quartiere Ponte di Nona, raccontata su questo giornale da Francesco Merlo. Ho fatto parte della schiera di studenti che l’hanno presa in giro per come vestiva, per […]

Leggi e Commenta › ›

Solitudine – 1

La crescente solitudine sembra essere la costante di quest’epoca. Mi era capitato di parlarne in passato, anche alla radio. A chi chiedevo perché nessuno si fosse accorto della scomparsa di un vicino, mi si rispondeva con la dilatazione urbanistica delle città, dovuta all’inurbazione di masse di immigrati (stile Trevico-Torino); con la perdita dei gruppi condominiali […]

Leggi e Commenta › ›

La tecnologia: e se fosse panna montata?

di Paul Krugman Vi ricordate il romanzo del 1979 di Douglas Adams Guida galattica per gli autostoppisti ? Iniziava con la chimera di una tecnologia immaginaria, e liquidava la Terra come un pianeta le cui forme di vita «sono così primitive da credere ancora che gli orologi da polso digitali sono un’ottima invenzione». Beh, in […]

Leggi e Commenta › ›

Inghilterra: prima donna vescovo (con qualche tensione)

Qualche momento di tensione a York nel corso della cerimonia per la consacrazione della prima donna vescovo nella chiesa inglese. Quando l’arcivescovo John Sentamu ha chiesto ai membri della congregazione di ordinare il reverendo Libby Lane si è levato dopo i ‘sì’ un solo distinto ‘no’. ”Non nel mio nome”, ha aggiunto il reverendo Paul […]

Leggi e Commenta › ›

L’Inghilterra degli anni ’50…

….è quella che costrinse il prof Turing al suicidio. Lo aveva condannato a due anni di carcere per omosessualità. E per evitare il carcere si sottomise alla castrazione chimica. Ma le medicine che dovette prendere gli fecero saltare l’equilibrio nervoso. Il prof. Turing è il genio che praticamente inventò il computer, una macchina che riuscì, […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.