Il giro di Trump delle cinque chiese – di Maria Grazia Enardu

Guardandolo un po’ di sbieco, il primo viaggio di Trump ha una dimensione curiosa, non visite a singoli stati in quanto tali ma come sedi di qualcos’altro. Donald stesso ha voluto enfatizzare l’aspetto religioso, i tre monoteismi, confondendo politica e religione come si usava fare una volta e come si fa ancora, in certe parti […]

Leggi e Commenta › ›

Fed pronta a ridurre gli investimenti – di Gianmarco Mensi

Le minute appena pubblicate non lasciano dubbi sulle intenzioni della FED, che è pronta ad alzare i tassi a breve e ad iniziare la riduzione dei 4,5 trilioni di titoli comprati attraverso il quantitative easing. Si tratterà di una diminuzione molto lenta e graduale, che nella fase iniziale prenderà la forma di uno stop graduale […]

Leggi e Commenta › ›

Che significa avere personalità.

Stamani, Donald Trump ha incontrato Papa Francesco in Vaticano. Il papà gli ha regalato un libro sull’ambiente, proprio a colui che aveva fatto strame degli accordi di Kyoto sulle emissioni. papa Francesco, va detto, ha un bel temperamento. Gcs

Leggi e Commenta › ›

Rai: l’eterna questione – di Stefano Balassone

  La Rai del primo Amministratore dall’ampio potere sta terminando il suo ciclo esattamente da dove con tutta evidenza avrebbe dovuto cominciare: la riforma della struttura dell’informazione. Perché sono tutti lì nodi organizzativi ed economici che costringono la Rai, ben che vada, alle fughe da fermo. Come sciogliere quei nodi? L’idea più gettonata è di […]

Leggi e Commenta › ›

Non cambieRai mai – di Giancarlo Santalmassi

  Il mondo avanza e, sia pure a strappi e contraddizioni, anche il nostro paese cambia. Salvo qualche costante che resta fissa come il debito pubblico italiano: la questione Rai. Solo che il debito pubblico nostrano ha quasi trent’anni di vita, mentre la questione Rai c’è da quando esiste la Rai, oltre sessanta. Perché? Risposta […]

Leggi e Commenta › ›

Social, rete e lacrime di coccodrillo – di Stefano Balassone

  Evan Williams (oggi su tutti i giornali) e Zuckerberg (tre mesi fa), rispettivamente padri di Twitter e Facebook, si dicono preoccupati perché gli odiatori compulsivi, i terroristi esplosivi, gli allevatori di bufale e i vari mungitori di click abusano delle loro creature socializzanti al punto da renderle repellenti agli stessi occhi dei genitori. E […]

Leggi e Commenta › ›

Mueller e Trump: un labirinto con filo miccia – di Maria Grazia Enardu

  Appena ripresisi dalla sorpresa di un procuratore speciale del calibro di Robert Mueller, per indagare su eventuali piste Russia-Trump, si affacciano sospetti e ipotesi. Ma anche una dinamica chiara. Il Dipt di Gustizia è guidato da Sessions, che si è ricusato da ogni filone di indagine per propri contatti con i russi. Session ha […]

Leggi e Commenta › ›

La maledizione del Rolex – di Giancarlo Santalmassi

Dopo Lupi, “ex” ministro, la Vicari, “ex” sottosegretario. Entrambi per un Rolex regalato. In cambio di che? Naturalmente di favori. Familiari nel primo caso, fiscali nel secondo. Orologio carissimo, assai cafone perché viene ostentato essendo symbol di uno status a causa del suo prezzo, tutt’altro che preciso (‘da spaccare il secondo’, come sostiene la pubblicità, […]

Leggi e Commenta › ›

Cattivissimo pensiero….

….e pessimo gusto. La sottosegretaria alle infrastrutture Simona Vicari e stata costretta alle dimissioni per aver accettato un Rolex da un armatore siciliano arrestato per corruzione. Beh, almeno se con maggior finezza avesse ricevuto un Reverso….volete mettere?

Leggi e Commenta › ›

Editoriale

di Giancarlo Santalmassi Ha fatto benissimo Renzi (anche se andava a suo vantaggio: “O babbo, devi dire la verità”) a segnalare come ennesima fuga di notizie la telefonata tra padre e figlio, Matteo e Tiziano. E a stigmatizzare il comportamento delle procure (e, aggiungo io, di certi giornali ai quali basta mettere lo sterco nel […]

Leggi e Commenta › ›
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.