Resistenza continua…..

A me non piace il fenomeno bandwagon (salto sul carro del vincitore) che si sta verificando verso l’M5S. Fenomeni alla Domenico De Masi per intenderci. E sia chiaro che per chi inforna il dovere e’ quello di non saltare su nessuna carriola di nessun partito grande o piccola che la carriola sia. Tanto per intenderci: se Tommaso Cerno si candida col PD, mi sorge legittimamente un dubbio: come mi ha informato fino al giorno prima? Tirando la volata a chi? Salvo scoprire che era una bega di nomine giornalistiche: diventare direttore di Repubblica al posto di Mario Calabresi.

Ed era la stessa considerazione che mi teneva dentro la linea della neutralita e dell’indipendenza quando ero in Rai, pagato col denaro pubblico che non ha colore ideologico, e per cui praticamente li’ non ho fatto carriera.

Parlando da analista e non da avversario o tifoso dei cinque stelle, non ho alcuna preclusione nei loro confronti: intanto hanno avuto il merito di svecchiare un terzo del parlamento nazionale. E poi stanno cambiando pelle: non piu’ contro l’Europa ne’ l’Euro, e l’andare oggi a Londra a spiegare a quella che e’ ancora la piazza finanziaria del mondo la loro economia, fa capire concretamente la mutazione di De Majo al quale fa bene il ritorno alle scene solo teatrali di Beppe Grillo. Come si e’ visto benissimo dalla prestazioe di Di Majo a 8 e mezzo da Lilli Gruber, spalleggiato da Bebbe Severgnini.

Personalmente ritengo che i loro peggiori avversari li abbiano dentro se stessi. La chiara inesperienza di governo mostrata a Livorno, Torino e  soprattutto a Roma. L’esaltazione della trasparenza della rete (se e’ trasparente, perché quando c’e’ un risultato chiarissimo viene annullato d’autorita’ e sostituito con un nome gradito dall’alto?). Il vantare la rete come trasparente mentre e’ il luogo dove si esalta l’opacita e il ‘fake’. Continuo a pensare che il primo magistrato che mette il naso nel server Rousseau ne trova delle belle. Detto questo penso che i l’M5S sara’ un serissimo protagonista delle prossime elezioni.

Mettendo in moto gia oggi un profondo cambiamento nelle posizioni degli altri. Dice niente che Prodi sia gia’ uscito contro Bersani e Grasso e dichiari di votare per il PD, chiaramente in opposizione alla grosse (g minuscola) koalition con Berlusconi ma riferendosi a Piu Europa di Emma Bonino?

Nessuno ha ancora commentato questo post.

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.