La clonazione si sta avvicinando all’uomo. Le discussioni no, il dibattito resta molto indietro – di Corrado Melega

Come volevasi dimostrare: alla fine i cinesi (sulla scimmia) lo hanno fatto. E allora invece di strapparsi i capelli, evocare Huxley, pensare alla fine dell’uomo si potrebbe pensare a rendere utile questa tecnica per studiare la storia naturale e la causa di determinate malattie. Elena Cattaneo parla dell’impossibilità di fermare la scienza e della necessità di trasparenza; benissimo, ma poichè le ricerche vengono portate avanti anche con soldi pubblici, cioè nostri si dovrebbe integrare la trasparenza con l’informazione ed il successivo consenso dei cittadini. Infine penso che questa canea sulla fine dell’uomo sia di nessun peso: a chi verrebbe in mente di replicare se stesso, considerando che vivendo in altro contesto e in altro tempo non sarebbe certo un altro se stesso? Secondo me solo a pochi matti. Personalmente una vita mi basta:bella, interessante, piena di cose ma unica è e unica sia.

Nessuno ha ancora commentato questo post.

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.