Affascinante e inquietante futuro del diventare genitori / 2 – di Corrado Melega

Ma molto importanti mi sembrano le conclusioni che i ricercatori traggono, auspicando leggi e politiche rivolte a queste nuove forme famigliari, alla regolazione della maternità surrogata, con la raccomandazione che le tecniche di procreazione assistita possano essere applicate a tutti senza tener conto dell’orientamento sessuale. D’altra parte esistono numerose indagini che riguardano i figli delle coppie omosessuali che sono giunte alla medesima conclusione. Ci avreste mai pensato qualche lustro fa? In Italia si sentiranno alti lai, ma non bisogna dimenticare che la morale di senso comune alla fine vince tutti gli ostacoli e la pillola, il divorzio, la legge 194, le unioni civili e fra poco auspicabilmente il biotestamento e lo ius soli sono lì a dimostrarlo. Il legislatore e l’interprete dovrebbero essere sempre disponibili a condurre un esame permanente della disciplina per poterla rileggere sulla falsariga del progresso della scienza e dell’evoluzione della coscienza sociale, che, a sua volta, dovrebbe poter contare su una un’educazione ed un’informazione le più accurate possibili.
La seconda notizia appresa dai giornali riguarda la guarigione di un uomo affetto da una grave malattia genetica inguaribile legata ad un deficit enzimatico, fino ad ora tenuto in vita con periodiche infusioni dell’enzima. Si è intervenuti direttamente sul DNA tagliando il gene malato sul cromosoma X e sostituendolo con un gene sano. Operazione che non solo guarisce, ma che permette di avere figli senza trasmettere la malattia. Questa metodologia (Zincfinger) si affianca ad un’altra (Gene editing) che interviene anch’essa sul DNA sostituendo il gene malato. Sono tecniche il cui effetto non è stato ancora esplorato completamente, soprattutto per la loro applicazione recente, ma sicuramente lasciano intravedere sviluppi straordinari.

2) segue…

3 Commenti a Affascinante e inquietante futuro del diventare genitori / 2 – di Corrado Melega

  1. Bull 23 novembre 2017 at 13:03 #

    Francamente non si capisce cosa c’entri una nuova tecnica medica con l’adozione gay. Alla quale sono assolutamente contrario, e non c’è pseudo studio parapsicologico che possa convincermi a cambiare idea. Poi ormai siamo abituati a minoranze che urlano così forte da schiacciare maggioranze assonnate, dalla minoranza gay a quella lesbica, per non parlare d’altro. Non ho idea di chi sia questo Corrado Melega che pontifica sulla variazione delle leggi ad ogni piè sospinto per assecondare le solite minoranze urlatrici, che attende con gioia lo ius soli ( ! ). So solo che propoala teorie francamente allucinanti.

  2. andrea dolci 23 novembre 2017 at 15:27 #

    Se ho ben capito il ragonamento sarebbe il seguente: siccome a fare i genitori si è contenti, allora non poniamo limiti a questa felicità.
    I figli non contano e fa niente se tutte le famose ricerche si basano su numeri statisticamente irrilevanti, se nel 90% dei casi hanno come dato la percezione che i genitori hanno dello stato di benessere dei figli, se non tengono conto dei diversi ambienti socio-economici di confronto e se si fermano prima dell’adolescenza, età critica dove si evidenziano eventiali disagi. L’importante è dire che non esistono problemi.
    Stante queste idee, che senso ha regolamentare ? Basta un ufficio tipo Motorizzazione dove uno registra la proprietà del pargolo comunque ottenuto, no ?

  3. Ilaria V. 23 novembre 2017 at 16:05 #

    Caro dottor Melega, allora via libera al CRISPR -Cas sempre e per ogni “desiderio”?

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.