L’irresistibile declino di Renzi – di Giancarlo Santalmassi

L’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi sta facendo di tutto per non farsi rimpiangere. E, diciamolo pure, ci sta riuscendo alla grande. Da quando ha perso jl referendum ha un comportamenro incomprensibile e vendicativo.

Il fatto stesso di considerare Gentiloni come un delegato che gli tiene calda la sedia per un suo ritorno.

Il manenere un atteggiamento irridente e sprezzante nei confronti degli scissionisti di Bersani (stia o no simpatico Bersani) per la loro irrilevanza in caso di elezioni si sta rivelando fallace dopo che tra loro e’ arrivato il presidente del Senato (che da Bersani fu portato in politica).

Infine l’inopportuno e infelice intervento contro Ignazio Visco. Inopportuno perche non si usano le istituzioni per il proprio personalissimo tornaconto. E poi infelice perché  ha offerto a Gentiloni l’occasione per affrancarsi dalla delega renziana di essere comunque e sempre un suo ‘incaricato’.

E chi se lo immaginava un simile comportamento da chi aveva fatto mosse brillanti e inconsuete dal momento della sua irruzione sulla scena politica?

9 Commenti a L’irresistibile declino di Renzi – di Giancarlo Santalmassi

  1. Fabrizio Rindi 27 ottobre 2017 at 16:22 #

    Caro Giancarlo , purtroppo hai ragione . Resta la delusione per quello che poteva essere e che … difficilmente sarà !

  2. Giancarlo Santalmassi 27 ottobre 2017 at 18:09 #

    caro fabrizio, benvenuto tra i miei lettori. giancarlo

  3. Ilaria V. 27 ottobre 2017 at 18:57 #

    Io me lo immaginavo. Anzi no, lo sapevo.
    Le “mosse brillanti e inconsuete” (quali poi?) erano intonaco, caro direttore.
    Questo declino è resistibilissimo: siam stati spettatori di fenici ben più spelacchiate.

  4. andrea dolci 27 ottobre 2017 at 19:11 #

    Un bambino vanitoso e capriccioso che non ha ancora capito la differenza tra intelligenza e furbizia. Col senno di poi, bastava vedere la pochezza delle persone di cui si è contornato per capire il reale peso come leader.
    Sono comunque tutti discorsi inutili; il 4 dicembre è calata la notte e non ci resta altro che aspettare rassegnati la buriana dei tassi.

  5. Raffaele 28 ottobre 2017 at 13:54 #

    Caro Giancarlo, è sempre un piacere leggere i tuoi interventi.
    Condivido tutto, anche se alla fine non sono per nulla sorpreso della parabola renziana.

    Un carissimo saluto,
    Raffaele

  6. Bull 28 ottobre 2017 at 23:55 #

    Gentile sig. Dolci, non lo dica a me: ebbi un gustoso scambio di idee col nostro direttore, sui nani di cui si è circondato. Per quanto riguarda la furbizia, credo che lei lo valuti decisamente troppo intelligente, per capire la differenza….

  7. danielsun 30 ottobre 2017 at 10:14 #

    è vero Renzi ha fallito, malamente, lasciando alla gente anche un’amarezza particolare, quella che la realtà italiana non si riesce a migliorare, che non ci sono vere alternative al burocratismo governato da banche e idioti di alta cultura, inutili e sterili….. io direi ,diamo una mano ai giovani a cercare scampo in altri lidi prima che arrivino all’età della pace dei sensi e si adeguino al nullismo italico degli ultimi 30 anni. ah scusi, mi suggeriscono “i grillini” cambieranno l’italia….mmmah!

  8. Bull 30 ottobre 2017 at 17:34 #

    danielsun, ma lei crede sul serio che renzie volesse cambiare la situazione per liberare gli italiani dalle solite zecche? Seriously?

  9. danielsun 31 ottobre 2017 at 09:17 #

    diciamo che avevo ,come quel 40% che lo voto’,una greve,flebile e desiderosa speranza di qualcosa di nuovo .

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.