Cattivissimo pensiero – differenze

Come si è guadagnato Di Maio la candidatura?
Lui bacia la teca di San Gennaro.
Invece Grillo dice dei giornalisti ‘Vi mangerei solo per il gusto di vomitarvi’.

2 Commenti a Cattivissimo pensiero – differenze

  1. claudio.oriente 20 settembre 2017 at 08:46 #

    Il Movimento 5 stelle è formato da una massa di pagliacci, opportunisti e populisti che attua le norme a proprio piacimento. Secondo questo clan gli altri partiti non devono candidare gli indagati, mentre loro hanno l’arbitrio di modificare la norma a proprio piacimento. Coprono, inoltre, la pagliacciata candidando, oltre a Di Maio, degli sconosciuti che non hanno nessuna speranza. Questa è una banda di teatranti di settimo livello. Non manca, poi, la solita sparata del fascista Grillo e il quadro è completo.

  2. Diego 20 settembre 2017 at 11:26 #

    Mi permetto di suggerire a tutti la lettura dell’articolo sul Corriere di oggi di Massimo Gramellini nella sua rubrica “Il Caffè” intitolato: Operazione San Gennaro.

    “Osservata dalla prospettiva di un grillino laico, l’immagine di Di Maio, candidato premier per mancanza di prove, che bacia la teca con il sangue liquefatto di San Gennaro giustifica una richiesta di asilo politico all’altro mondo, dove nessuno avrà ancora avuto il coraggio di dirlo a Dario Fo.

    Osservata invece dalla prospettiva di San Gennaro, la visione di un politico prono davanti alla sua ampolla è il classico déjà-vu: da Gava a De Magistris, passando per Bassolino, tante sono le labbra di masanielli devoti che attraverso di lui hanno cercato di ingraziarsi il cardinalone e il popolino.

    Osservata dalla prospettiva di un elettore cinquestelle della prima ora, la mirabile scena è invece l’epilogo di un’illusione durata dieci anni. Dieci anni a sperare nella rivoluzione per ritrovarti alla fine rappresentato da un chierichetto.

    Eppure, osservata dalla prospettiva di Di Maio, quel gesto plateale potrebbe anche essere solo un ex voto per grazia ricevuta. Un giovane vecchio, senza studi né esperienze lavorative memorabili, che viene iscritto da un’azienda privata di comunicazione alla corsa per palazzo Chigi non è un predestinato. È un miracolato. Era giusto che andasse a sdebitarsi con un esperto del ramo.

    20 settembre 2017”

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.