Quanto rende il “giornalismo” a tavolino?

La vediamo tutte le sere apparire come una star nel programma Linea Notte, condotto da Maurizio Mannoni su Raitre. La sua finestra è prestigiosa, è quella di Manhattan, dell’America dei vip, dei ricchi. Purtroppo negli ultimi tempi non l’abbiamo mai vista scendere in strada, recarsi nelle contee in cui la gente non se la passa bene come a Manhattan. Giovanna Botteri è da dieci anni la corrispondente Rai da New York, nonché responsabile dei servizi radio

Guadagna 200 mila euro l’anno e non perde occasione per far capire ai telespettatori quanto non le sia simpatico il presidente Trump. Più volte l’abbiamo vista criticarlo in maniera sostenuta. Al circolo dei conservatori nei pressi del Central Park si vede raramente. Ma è considerata una snob anche dai montatori e dai tecnici

Ora però la Botteri potrebbe essere richiamata dalla Rai. Il punto di snodo sarà la nomina dell’ambasciatore a Roma che dovrà fare Trump. Di sicuro a Viale Mazzini arriveranno le note di gradimento su lavoro e operato dei corrispondenti e chissà forse si scoprirà che la Botteri non è poi tanto amata dalla nuova governance di Washington.

Comunque, caso Trump a parte, l’immobilismo della Rai nel turnover dei corrispondenti va sottolineato perché rappresenta una tendenza ben diversa rispetto alla prassi degli altri broadcaster.

A Sky per esempio Liliana Faccioli Pintozzi è stata spostata a Londra dopo qualche anno vissuto in America. Tra l’altro in giro per gli States perché le sue inchieste hanno rappresentato una cartina di tornasole per vedere come gli Usa stavano cambiando. La conferma è arrivata dall’elezione di Trump. E anche l’ex Bruxelles Giovanna Pancheri, attuale corrispondente la vediamo spesso in giro tra la gente.

 

Marco Castoro

Ilmessaggero.it

Un commento a Quanto rende il “giornalismo” a tavolino?

  1. andrea dolci 6 aprile 2017 at 16:33 #

    Io ero rimasto colpito dalla testimonianza di Corradino Mineo che raccontava di come diventato Direttore di Rainews24 scoprí che metà dei componenti della Redazione aveva titoli direttivi e perciò quei giornalisti erano esentati dal dover produrre servizi.

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.