Le lezioni di Trump – di Gianmarco Mensi

Ascoltando in diretta il discorso di Trump in Michigan, un italiano non può che avere due reazioni. Può rabbrividire, se si concentra sui commenti sulla NATO: “Ci devono mandare un sacco di soldi che non hanno pagato”, o sullle critiche a NAFTA e commercio internazionale.. Oppure può rimpiangere di non essere americano, quando il Presidente parla del budget approvato della NASA, che secondo Trump “farà bene all’America, che ne ha bisogno da un punto di vista psicologico”. Già, il fattore psicologico. Quello che i politici a Roma hanno dimenticato, imponendo austerità e tasse senza offrire una prospettiva credibile per il futuro delle nuove generazioni. Purtroppo, senza prospettiva, c’è la stagnazione. O si emigra.

Un commento a Le lezioni di Trump – di Gianmarco Mensi

  1. danielsun 21 aprile 2017 at 09:53 #

    non essendo il popolo italiano,mai stato, un popolo realmente reazionario…la psicologia porta piu’ ad una apatia sociale di gruppo….quel “comfortably numb” precorso nelle canzoni dei pink floyd e evidente nella rassegnazione delle nuove generazioni…e delle intermedie che non hanno avuto fortuna, “impastate” nelle maglie di equitalia e burocrazia malefica…

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.