Editoriale – di Giancarlo Santalmassi

Un paese di cartone.

In tredici anni, sono caduti nel nostro paese nove cavalcavia. Oggi l’ultimo in Piemonte che solo per caso non ha causato morti nè feriti. Gli scandali si sommano a scandali: uso di cemento ‘povero’, peccati di progettazione, cedimenti dovuti a costruzioni effettuate su terreni inadatti perché franosi. Naturalmente si annunciano inchieste (magari parlamentari come se nella nostra storia che ne fosse stata una  che abbia raggiunto qualche conclusione), commissioni, indagini.

Ma la conclusione c’è chi l’ha raggiunta per conto proprio: siamo proprio un paese di cartone.

3 Commenti a Editoriale – di Giancarlo Santalmassi

  1. jacopo 19 aprile 2017 at 01:17 #

    o forse un paese con “manutenzione sulla carta”?

  2. claudio.oriente 19 aprile 2017 at 08:33 #

    Siamo un paese in cui prevale la corruzione sull’onesta’.

    Distinti saluti.

  3. danielsun 21 aprile 2017 at 10:08 #

    gli antichi romani avevano usi un po’ cruenti in questi casi….ma cio’ responsabilizzava i costruttori e gli ingegneri responsabili dei lavori

Lascia un commento

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.