Editoriale – di Giancarlo Santalmassi

 

Effetto bandwagon

A leggere i commenti di oggi è in corso un possente salto sul carro del vincitore (effetto bandwagon, appunto), al movimento 5 stelle. Non è nuovo per il nostro paese (ma accade anche altrove).
Giornalisti (più che giornali), magistrati, intellettuali poi….
Accadde anche per la Lega Nord, ma l’effetto fu geograficamente limitato all’Italia settentrionale e Bossi non riuscì mai a far breccia sotto il Rubicone. Oggi, da quando Grillo attraversò a nuoto lo stretto di Messina, il Movimento è in piena espansione da per tutto. Nonostante l’inconsistenza dei programmi, i fallimenti dove al potere ci sono bene o male arrivati. E l’effetto dello storico fallimento delle due ali: centrosinistra e centrodestra. In altri tempi lo spostamento al centro del PCI diede spazio alla nascita del terrorismo interno. Questo, almeno oggi ce lo siamo risparmiato.

6 Commenti a Editoriale – di Giancarlo Santalmassi

  1. Bull 11 aprile 2017 at 21:46 #

    Ma no, dai, Direttore…..perchè dice che hanno fallito ovunque? A ROma ha notato che gli attacchi si stanno diradando? E Torino? GLi dia un briciolo di tempo per sciogliere la matassa, crede che amministrare Roma sia semplice? Sul fatto poi che il programma sia inconsistente, ho dei dubbi: si è mai preso la briga di leggerlo? E quello, per dire, di FI? Cordialmente, come sempre.

  2. Giancarlo Santalmassi 12 aprile 2017 at 09:19 #

    Ma c’è caro Bull un programma scritto? Io non penso, figuriamoci sono romano da 75 anni, che amministrare – non governare che e ben diverso – sia semplice. Ma lo stato di roma e’ quello che e’ da sempre. E l’idea della funivia me la sono inventata io?
    Suvvia…

    • Bull 17 aprile 2017 at 12:27 #

      Gentilissimo Ditrettore, il programma dei 5 Stelle è da anni disponibile sul loro sito. GLi dia un’occhiata.

  3. Ilaria V. 12 aprile 2017 at 19:33 #

    Caro direttore, non riesco a cogliere la direzione di questo editoriale.
    Riflessione sullo stato dell’arte e comparazione, va bene.
    Ma con la chiusa ( “[…]In altri tempi lo spostamento al centro del PCI diede spazio alla nascita del terrorismo interno. Questo, almeno oggi ce lo siamo risparmiato.”) hai introdotto un pensiero che a me suona come una domanda.

  4. Ilaria V. 13 aprile 2017 at 19:20 #

    Infatti è a me che l’affermazione suonava come una domanda; meglio: ispirava a strascico una domanda.
    Mi spiego: spostamento al centro del PCI / spazio al terrorismo
    Espansione M5stelle nel vuoto politico / … ?
    La progressione delle reazioni violente, non organizzate, senza progetti “politici”, è in corso già da alcuni anni.
    La chiamiamo col termine generico di “cronaca nera”, evitando di farne un’analisi comparata con quella degli anni settanta, ottanta, novanta.
    Chi uccide chi, oggi? Con quali motivazioni? Il discorso è troppo ampio, non è questa la sede.
    Amenità

I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.