La lezione di SNAP – di Gianmarco Mensi

Ieri SNAP, al quarto giorno di quotazione, ha chiuso a $21.44 per azione: oltre il 25% in meno dei massimi di venerdì e il 10% più basso del primo prezzo fatto al debutto a Wall Street. Chi l’ha comprata dopo l’IPO per un veloce guadagno, dunque, ha perso, e a ridere sono solo i soci fondatori, pluri-miliardari non ancora trentenni. Pare che molti giovani millenials siano corsi a comprare il titolo, abbacinati dall’aura del social network a tal punto da “investire” in un’azione senza diritto di voto di una società che perde pagandola 70 volte il fatturato solo perchè era il titolo “hot” del momento. I “vecchi”, intanto, le stavano vendendo. L’esperienza, a Wall Street, si paga. Cara.

Commenti chiusi.
I diritti d'autore appartengono alle rispettive firme. Santalmassiaschienadritta.it è uno spazio aperto a disposizione dei lettori.
La qualità del sito dipende anche dalla vostra collaborazione. Sappiate che inserendo dei commenti dovrete seguire le regole del sito e sarete gli unici responsabili di quel contenuto e delle sue sorti.